Pensione

By | News

Il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato la circolare relativa alle pensioni scuola del personale che dovrà cessare il servizio dal 1 settembre 2018, come stabilito dal decreto Miur. La scadenza per presentare le domande di dimissioni dal servizio (e l’eventuale richiesta di pensione più part-time) per il personale della scuola (docenti/educatori e ATA) è fissata al 20 dicembre 2017, tramite il portale Istanze Online.
Per quanto riguarda i dirigenti scolastici il termine per la presentazione delle istanze è il 28 febbraio 2018.

Le domande

Oltre alla domanda di cessazione è necessario presentare contestualmente anche la domanda di pensione che deve essere inviate direttamente all’INPS, esclusivamente attraverso le seguenti modalità:

  1. presentazione della domanda on-line accedendo al sito dell’Istituto, previa registrazione;
  2. presentazione della domanda tramite Contact Center Integrato (n. 803164);
  3. presentazione telematica della domanda attraverso l’assistenza gratuita del Patronato.

Tali modalità saranno le uniche ritenute valide ai fini dell’accesso alla prestazione pensionistica.
E’ bene ricordare che la domanda presentata in forma diversa da quella telematica non sarà procedibile fino a quando il richiedente non provvederà a trasmetterla con le modalità sopra indicate.

Requisiti

Per quanto riguarda i requisiti, bisogna ricordare quelli posseduti al 31 dicembre 2011 ante legge 214/11 (Fornero) e ancora utilizzabili ai fini dell’accesso al pensionamento.
Vecchiaia

  • 65 anni di età anagrafica – requisito per uomini e donne
  • 61 anni di età anagrafica – requisito di vecchiaia facoltativo esclusivamente per le donne

Anzianità

  • 40 anni di contribuzione – requisito della massima anzianità contributiva

Quota

  • 60 anni di età e 36 anni di contribuzione – quota 96
  • 61 anni di età e 35 anni di contribuzione – quota 96

Per raggiungere la “quota 96” si possono sommare ulteriori frazioni di età e contribuzione (esempio: 60 anni e 4 mesi di età anagrafica con 35 anni e 8 mesi di contribuzione).

Opzione donna (art. 1 comma 9 della legge 23 agosto 2004, n. 243)

Per le sole donne è possibile il pensionamento con l’opzione per il sistema contributivo.

Il pensionamento è consentito dal 1 settembre 2018 a condizione che il requisito di età (57 anni) e contribuzione (35 anni) sia stato maturato entro il 31 dicembre 2015 e che venga esercitata l’opzione per il calcolo della pensione col sistema contributivo.

Pertanto chi ha maturato i requisiti dei 57 anni e 35 anni di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2015 potrà presentare domanda di pensione col sistema contributivo.
A breve saranno fornite anche le specifiche istruzioni per chi ha ottenuto l’acceso all’Ape sociale.

Nuove regole per l’accesso alla pensione previste dalla legge 214/11

Per conseguire la pensione di anzianità e la pensione anticipata i nuovi requisiti dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018 sono i seguenti:

Pensione di vecchiaia per uomini e donne con almeno 20 anni di contributi

  • 66 anni e 7 mesi entro il 31 dicembre 2018

Pensione anticipata

  • per le donne, 41 anni e 10 mesi di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2018;
  • per gli uomini, 42 anni e 10 mesi di anzianità contributiva entro il 31 dicembre 2018.

È confermata l’abolizione della penalizzazione per coloro che, pur avendo i requisiti del servizio, abbiano meno di 62 anni di età.

 

FMOF, la FGU-Gilda non firma il contratto

By | News

Le somme dell’ex bonus merito, pur se nell’ambito della contrattazione d’istituto, devono essere destinate solo ai docenti e non a tutto il personale scolastico
FMOF, la FGU-Gilda non firma il contrattolunedì 3 agosto 2020
La FGU-Gilda degli Insegnanti non firma il contratto sul FMOF (Fondo per il miglioramento dell’offerta formativa) 2020/2021. A motivare la decisione è la posizione da sempre assunta dalla Gilda, e ribadita anche durante il recente confronto con il ministero dell’Istruzione, per cui le somme dell’ex bonus merito istituito dalla legge 107/2015, pur se nell’ambito della contrattazione d’istituto, devono essere comunque destinate ad incentivare le attività degli insegnanti e non distribuite a tutto il personale scolastico.

Si tratta di 142.800.000 euro destinati in origine soltanto ai docenti e che con questo contratto vengono messi nel calderone del FIS (Fondo delle istituzioni scolastiche) – spiega Rino Di Meglio, coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti – estendendo a tutto il personale l’accesso al fondo, demandando alla contrattazione di istituto la ripartizione e i criteri di distribuzione e scaricando sulle RSU l’individuazione dei destinatari, con i prevedibili conflitti che questo può creare”.

“In attesa di far confluire queste risorse nel CCNL, così da incrementare lo stipendio di tutti i docenti, – prosegue Di Meglio – avevamo chiesto che le somme dell’ex-bonus merito fossero separate dal FIS e riservate alle attività svolte dai docenti anche come forma di riconoscimento aggiuntivo legato alla didattica a distanza garantita a proprie spese e con risorse proprie. Di fronte alla netta contrarietà dell’Amministrazione, abbiamo dunque deciso di non siglare il contratto e – conclude il coordinatore nazionale – invitiamo le RSU di ogni scuola a difendere i sacrosanti diritti e interessi dei docenti, proponendo che la quota dell’ex-bonus merito sia finalizzata al lavoro aggiuntivo del solo personale docente”.

Roma, 3 agosto 2020
Ufficio stampa Gilda Insegnanti

FGU-Gilda sospende le relazioni sindacali con il ministero

By | News

lunedì 3 agosto 2020
La FGU-Gilda degli Insegnanti sospende le relazioni sindacali con il ministero dell’Istruzione e chiede un chiarimento politico con il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, riservandosi di proclamare la mobilitazione dei docenti e di tutto il personale scolastico.

“Negli ultimi mesi, con grande sconcerto, – spiega il coordinatore nazionale Rino Di Meglio, che ha inviato una lettera ai vertici di Palazzo Chigi e viale Trastevere – abbiamo rilevato da parte del Ministero dell’Istruzione, a tutti i livelli, ripetuti tentativi di forzatura, nelle forme e nel merito, delle norme e consuetudini che regolano le relazioni sindacali. Ad iniziare dal metodo, con tempi di convocazione degli incontri sempre più stringenti, anche quando l’emergenza non lo richiedeva, e testi dei provvedimenti presentati all’ultimo minuto oppure a riunione iniziata. Senza considerare, poi, quelli illustrati in prima serata in qualche talk show o in interviste alla carta stampata e di cui i sindacati ignoravano persino l’esistenza”.

Per proseguire nel merito, e solo per restare ai casi più significativi in cui il Ministero dell’Istruzione ha bypassato le relazioni sindacali: sono passati nel dimenticatoio i tavoli previsti dall’intesa del 19 dicembre scorso; sono state modificate le procedure per i concorsi e le Graduatorie Provinciali per le Supplenze (GPS); sono state adottate ordinanze per la conclusione dell’anno scolastico e sono state emanate le linee guida per l’insegnamento dell’Educazione Civica senza tenere conto delle osservazioni e del contributo della rappresentanza sindacale.

Infine, la goccia che ha fatto traboccare il vaso: la discussione sulle risorse in termini di spazi e di organici per la ripartenza in presenza e in sicurezza e la presentazione della bozza delle linee guida sulla Didattica digitale integrata “con cui – lancia l’allarme Di Meglio – si vuole regolamentare la Didattica a distanza senza il passaggio contrattuale previsto dalla legge 41/2020. A questo punto, riteniamo che sia stato oltrepassato il limite dell’accettabile e che, dopo aver tentato troppo spesso invano di instaurare un dialogo costruttivo con l’Amministrazione per il bene della scuola pubblica statale, sia giunto il momento di intraprendere altre strade per manifestare il nostro dissenso”, conclude il coordinatore nazionale.

Roma, 3 agosto 2020
Ufficio stampa Gilda Insegnanti

GPS Graduatorie provinciali per le Supplenze

By | News

Il Ministero comunica che sono al via la procedura per l’inserimento nelle Graduatorie Provinciali e di istituto per le Supplenze. Gli aspiranti potranno presentare domanda a partire dalle ore 15.00 di domani, mercoledì 22 luglio 2020, fino alle ore 23.59 del 6 prossimo agosto. Si potrà richiedere di partecipare alla procedura in un’unica provincia.

Si potrà presentare domanda attraverso l’applicazione “Istanze on Line (POLIS)” oppure possedere le credenziali SPID,

MARTEDI 28 LUGLIO 2020 alle ore 15.30

si terrà la 2° VIDEOCONFERENZA sulle

GRADUATORIE PROVINCIALI per le SUPPLENZE e GRADUATORIE DI ISTITUTO (DOCENTI), riservata agli ISCRITTI GILDA FE e ai loro FAMILIARI e anche ai NON ISCRITTI

Gli interessati dovranno inviare una mail a gilda.ferrara@libero.it entro le ore 12 del 28 luglio , per segnalare il desiderio di partecipare e ricevere successivamente il codice MEET.

CONCORSO STRAORDINARIO

By | News

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 53 del 10/07/2020 è stato pubblicato il decreto n. 783 con il quale vengono introdotte modifiche e integrazioni al decreto 23 aprile 2020, n. 510, concernente il concorso straordinario finalizzato all’immissione in ruolo di personale docente per la scuola secondaria di I e II grado.

Le istanze di partecipazione al Concorso potranno essere presentate dalle ore 9,00 dell’11 luglio fino alle ore 23,59 del 10 agosto.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=70&plug=Precari&area=precari&id=10400

La Federazione Gilda Unams di Ferrara organizza due VIDEOCONFERENZE per illustrare le modalità di presentazione delle istanze al Concorso Straordinario per il ruolo:

MARTEDI’ 14 LUGLIO ORE 11 (riservata agli ISCRITTI Gilda FE)
GIOVEDI’ 16 LUGLIO ORE 18 (aperta sia agli ISCRITTI che ai NON ISCRITTI Gilda FE)

Gli Iscritti riceveranno una mail con le modalità di iscrizione.
I non iscritti, interessati alla seconda videoconferenza, invieranno una mail a gilda.ferrara@libero.it
con oggetto PARTECIPAZIONE VIDEO CONFERENZA 16/7 ore 18.

Utilizzi e Assegnazioni provvisorie 2020-21

By | News

Il MI ha fissato i termini, utili per la presentazione delle domande di utilizzazione e assegnazione provvisoria del personale docente, educativo e ATA per l´anno scolastico 2020/2021.

http://www.gildains.it/news/dettaglio.asp?idcat=116&plug=Utilizzazioni&area=utilizzazioni&id=10397

Personale docente: dal 13 luglio al 24 luglio, in modalità online.
Personale ATA: dal 13 luglio al 24 luglio, in modalità cartacea.

La Federazione Gilda Unams di Ferrara organizza una VIDEOCONFERENZA riservata agli ISCRITTI MARTEDI’ 14 LUGLIO ore 17:30, per illustrare le modalità di presentazione delle istanze

Gli Iscritti interessati, devono inviare una mail per segnalare il loro interesse e riceveranno un invito con le modalità di accesso.

VIDEO CONFERENZE CONCORSO ORDINARIO PER TITOLI ED ESAMI FINALIZZATO AL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE PER POSTI COMUNI E DI SOSTEGNO NELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO

By | News

La Federazione Gilda Unams di Ferrara organizza per gli ISCRITTI MERCOLEDI 8 LUGLIO 2020 alle ore 11 e per gli ISCRITTI e NON ISCRITTI alle ore 17.00 due video conferenze sulle modalità di partecipazione al Concorso Ordinario della Scuola Secondaria e Infanzia-Primaria.

Gli Iscritti riceveranno un invito con le modalità di accesso.
I non iscritti interessati alla seconda videoconferenza invieranno una mail a gilda.ferrara@libero.it
con oggetto PARTECIPAZIONE VIDEO CONFERENZA 8/7 ore 17.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi